All fields are required.

Close Appointment form

Bagno Turco: 7 Consigli per Renderlo Efficace sulla Pelle

Bagno Turco: 7 Consigli per Renderlo Efficace sulla Pelle
icon
Bagno Turco: 7 Consigli per Renderlo Efficace sulla Pelle

Bagno Turco o Sauna? Quando entri in un centro benessere ti sei mai chiesta se per la tua pelle sia meglio passare 10 minuti nel Bagno Turco o nella Sauna?

In questo articolo vorrei darti un’infarinatura su cosa sia il Bagno Turco, come farlo, quali benefici possa dare alla tua pelle e come poter sfruttare al meglio i suoi effetti, facendo attenzione al tuo fisico, perché in alcuni casi potrebbe essere sconsigliato.

Il Bagno Turco è un trattamento che si svolge in un ambiente chiuso dove l’umidità relativa è molto alta (dal 90 al 100%), che significa che entri in una nebbia calda e avvolgente che ti scalda il cuore e ti scioglie la cervicale.
Prima di sederti passa sempre un getto di acqua sulle piastrelle per allontanare l’acqua stagnante.

La temperatura varia dai 40 ai 60°C ed aumenta man mano che ti sposti verso l’alto. Nonostante le leggi della fisica, ogni volta mi stupisco di questo e mi diverto ad alzare le braccia o le gambe muovendole un po’ avanti e indietro: giocare col vapore mi aiuta a rilassarmi meglio.

La sudorazione comincia gradualmente, anche se ti vedrai subito umida e gocciolante, ed è meno intensa che in un ambiente caldissimo e secco come la sauna. Per questo io adoro il Bagno Turco e adesso ti racconto i suoi effetti benefici sulla pelle:

Il primo effetto del calore è la dilatazione dei vasi sanguigni, che favorisce la circolazione. La pelle, si ammorbidisce, i pori si dilatano e con il sudore espelli le tossine e stimoli il rinnovamento cellulare. Quale momento migliore per pensare a uno scrub per aiutare il distacco delle cellule morte e rendere la pelle più luminosa? Ci sono centri benessere che lasciano una ciotola di bicarbonato da passare sul corpo all’ingresso del Bagno Turco. L’opzione del bicarbonato da un buon effetto levigante ma all’uscita dal trattamento la pelle resterà molto secca perché il bicarbonato ha un pH elevato e risulta troppo “sgrassante”. Io ti consiglio di usare un semplice guanto di crine o uno scrub con microgranuli di cera che ti porti da casa e ti massaggi su viso, collo e décolleté intanto che ti rilassi nel vapore.

L’umidità che si deposita sulla pelle inibisce la TEWL (Trans Epidermal Water Loss o evaporazione transcutanea), portando immediato turgore e luminosità alla pelle disidratata. Goditi la sensazione di dar da bere alla tua pelle semplicemente massaggiando l’umidità che si deposita sul viso con movimenti circolari partendo dall’attaccatura del naso, passando per le guance e risalendo verso le tempie.

Mentre sei nel Bagno Turco passa ogni tanto il doccino freddo sul viso, sui polsi e su tutte le gambe partendo dalle caviglie e arrivando alle cosce. Ti aiuterà a migliorare il tono dei capillari, come se gli facessi fare ginnastica.

Esci dal Bagno Turco solo quando senti veramente caldo perché solo in quel momento avrai il coraggio di immergerti nella vasca di acqua gelata che ti aspetta fuori. Questo passaggio è importantissimo perché ti aiuta a riequilibrare la pressione e a tonificare la pelle. Bastano 10 secondi poi potrai avvolgerti in un accappatoio morbido e stenderti su un lettino con le gambe sollevate per favorire la circolazione.

Bevi una tisana calda per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione.

Questo è il momento in cui la pelle è più ricettiva, quindi portati nell’accappatoio il vasetto della crema più attiva che hai (ti consiglio l’antiage o la tonificante) e spalmala sul viso prima di rilassarti. Questa applicazione vale una settimana di applicazioni in condizioni normali ;-)

Evita il Bagno Turco se soffri di pressione bassa o se hai le vene varicose con tanti capillari in evidenza perché il calore, anche se non è molto intenso, potrebbe dilatare ulteriormente i vasi sanguigni e peggiorare la situazione.

Quando ti capiterà la fortuna di rilassarti in un Bagno Turco, metti in pratica questi consigli, poi fammi sapere come ti sei trovata :-)

  • Share This

Related Posts